CANZONI IN LIBERTAPelle di Luna

(Parla della storia del fantasma del castello di Fosdinovo. Dai marchesi nasce una bambina albina, che per questo motivo viene fatta crescere all’interno del castello. Una volta ragazza però si innamora dello stalliere. Scoperto ciò, il padre esilia lo stalliere e, dopo un tentativo di chiudere la ragazza in un monastero, decide di murarla viva dentro al castello insieme a un cane (simbolo di fedeltà) e un cinghiale (simbolo di ribellione)

 

 

La chiamerò pelle di luna benchè il suo aspetto non le portò fortuna

ma amo immaginarla come un giglio di campo

vederla camminare con quel suo corpo bianco

Nata sotto al tragico cognome Malaspina

che mai si aspettavano una bambina albina

e guardando a quella candida creatura

riuscirono a vedere diabolica fattura

Cresciuta nel castello nascosta alle genti

vedeva solo sguardi sprezzanti o indifferenti

diversi da quelli che tutte le sere lei riceveva dal giovane stalliere

Ma il loro amore fu messo al bando e già suo padre il ragazzo andò cercando

lo picchiò e relegò in terre distanti reo di onorare amori infamanti

E per curare la sua nostalgia il monastero sembrò l’unica via

rinchiusa di nuovo riusciva a pregare

solo affinché lui da lei possa tornare

Riportata da suo padre a non veder le stelle

incapace di domare il suo animo ribelle

decise di fermarlo per sempre con la morte

murata nel castello, questa la sua sorte

E per incutere timore alle genti

mise insieme a lei due bestie innocenti

un cane simbolo di fedeltà ed un cinghiale per la sua libertà

E ancora sussurri e sollevi lenzuola

perché la tua storia venga narrata ancora

e ben ci ricordi che leggi e paura ti hanno condotta fra gelide mura.

© 2017 Copyright